Home Italy World Travel Nature Interview Culture Events Contact Admin
HOME
Hotel & SPA
Hostellerie Berard e Spa, incontro con lo chef
Cadiére d’Azur, Francia
Questo hotel di grande charme è immerso nella campagna provenzale sulle colline che si affacciano verso il Mediterraneo. Un luogo speciale dove rilassarsi e scoprire i sapori del sud della Francia. Infatti questa “hostellerie” comprende una magnifica spa, un ristorante gourmet e un tipico bistrot francese. Tutto questo nasce dalla cooperazione imprenditoriale della famiglia Bèrard, la madre Danièle con la figlia Sandra si occupano del comfort dei clienti all’hotel e alla spa, il padre Rène e il figlio Jean-Francois, Master Chef di Francia e detentori di stelle michelin dal 2006, preparano delizie in cucina. I Berard dedicano la loro vita a questo posto meraviglioso al fine di dare il meglio ai loro clienti.

L’HOTEL
Le 40 camere sono decorate con classe e con tonalità luminose che inondano la stanza di una calda atmosfera. Un soggiorno all’hostellerie Bérard significa gourmandise, serenità e gusto.
LA SPA
L’Aromaspa Bérard è un invito al bien-etre. La spa è ispirata alle antiche terme romane per celebrare il culto dell’armonia, del corpo e dello spirito. Decorazioni, mosaici e pitture sono pezzi unici ispirati alla Roma antica, realizzati da pittori locali. Qui tutto è pensato con gusto e delicatezza per fare dell’Aromaspa uno spazio unico che invita al riposo e alla meditazione. I numerosi trattamenti, vere ricette di benessere, hanno la capacità di risvegliare i sensi. Il corpo sembra rinascere grazie all’alchimia dei luoghi e degli elementi, del vapore e delle essenze. I cosmetici utilizzati sono tutti naturali e utilizzati dalle mani sapienti di specialisti. Infine vi è una tisaneria fornitissima.
I RISTORANTI
Il ristorante “Renè e Jean –Francois” con vista panoramica, propone prelibatezze di alta qualità, tutti i prodotti utilizzati sono raccolti dall’orto dell’hostellerie da Renè e subito cucinati. Una cucina dai sapori indimenticabili che viene dal cuore di padre e figlio. Nei piatti proposti si mescola la sapienza di Renè e quel tocco di modernità di Jean-Francois. A pochi passi dall’hotel c’è un piccolo bistrot “Le Bistrot Provencal” dove si possono passare momenti da gourmand fra i dolci profumi delle piante aromatiche.
LA BASTIDE DES SAVEURS
Per chi vuole apprendere i segreti della cucina provenzale francese, Renè organizza corsi di cucina alla “Bastide des Saveurs”. Questa bastide risale al 19esimo secolo, alle pareti sono appesi legumi e erbe aromatiche che sprigionano un aroma particolare. Un rendez-vous romantico con il passato, la Provenza e le sue tradizioni si svolge alla Bastide. Gli allievi apprendono i segreti di un grande maestro come René Berard. René viene da una famiglia di macellai da dove gli è scaturita la passione per una cucina ricca e saporita.

A TU PER TU CON JEAN-FRANCOIS
A che età ha cominciato ad interessarsi alla cucina?
Il mio amore per la cucina è cominciato quando ero ancora un bambino. A 8 anni guardando mia nonna Maddalena, una mentonese che cucinava utilizzando prodotti locali è scoccata la scintilla. Pasta, pomodoro, triglie, acciughe, pisciade (pizza alla cipolla). E poi ancora verdure ripiene, i tipici petits farcis, ratatouille e fragranti grissini.

E da suo padre che è uno chef cosa ha imparato?
Sicuramente a cucinare la carne, perché mio padre che è uno chef viene da una famiglia di macellai. Conosce molto bene la carne e mi ha insegnato ha scegliere le parti migliori. Mio padre Rene e mia madre Danielle sono originari della Cadiére d’Azur quindi una cucina saporita dove spiccano le specialità provenzali.

Cosa ha preso dalla cucina di suo padre?
La sua è una cucina molto ricca e sostanziosa. Da giovanissimo faceva il macellaio e ha cominciato a cucinare con sua madre nel loro bistrot. È un autodidatta, conosceva molto bene Roger Vergè (il mitico chef de “Le Mulin de Mougins”).

È stato Rene ha consigliarvi di andare ad imparare da Roger Vergè?
Si infatti sono andato due anni a “Le Mulin de Mougins”, e da Vergè ho imparato “la cucina del sole” a base di pesce, verdure, olio extravergine di oliva, erbe aromatiche, e dopo Vergè sono andato a Parigi a “Le Notre” con Federique Anton. Io sono un entusiasta della cucina e penso sia estremamente sensuale in ogni sua combinazione.

In che senso pensa che la cucina sia sexy?
Certo, ne sono convinto. La cucina è decisamente sexy in ogni sua proposta che può andare da quella di alta gastronomia del ristorante stellato come a quella dei piatti semplici ma saporiti di un bistrot. È come la musica c’è Mozart che piace a un pubblico colto, ma c’è anche Rondò Veneziano che interpreta la musica classica in modo più attuale e divertente.

Come definiresti la tua cucina?
Fresca, semplice e saporita. Amo il prodotto fresco, la mia filosofia è quella di tagliare la materia prima e subito cucinarla.

Lei è uno chef completo perché è pure un pasticciere. Quali sono i dessert che ha ideato?
Ho imparato tanto a “Le Notre”, le mie creazioni però sono soprattutto sorbetti e granite che si sposano molto bene con la cucina provenzale. Ad esempio una mia specialità è la granita di ginepro con sorbetto di limone e coriandolo.

Qual’è il futuro della cucina secondo lei?
Il gusto vero. Cottura perfetta preferibilmente leggera, pochi grassi, verdure croccanti e colori originali degli alimenti. E alla fine carote e pomodorini confits o sorbetto al mandarino, ma sempre evoluto, mandarino abbinato gusto del frutto della passione.

Info: Hostellerie Berard
Rue Gabriel Péri
83740 La Cadière d’Azur
Tel: +33 4 94 90 11 43
www.hotel-berard.com

Ha collaborato Margherita Gentili


www.hotel-berard.com